5 cose di cui non hai bisogno per iniziare ad andare in bici

Un bell’articolo di Paolo Pinzuti su Bikeitalia elenca cinque cose di cui non si ha bisogno per andare in bicicletta.

Complici la crisi e la moda, sempre più persone stanno iniziando a guardare con interesse alla bicicletta, ma quanti ancora non si sentono pronti per fare il grande passo e sedersi finalmente sul sellino per iniziare a pedalare?

C’è sempre un senso di inadeguatezza tra chi comincia perché sembra di non essere mai pronti ma, in ogni caso, ci sono 5 cose di cui non avete bisogno per iniziare a muovervi in bicicletta.

1. Particolari capacità sportive

Certo, andare in bici può essere un’attività sportiva, ma non deve esserlo per forza. Camminare per strada per andare a fare la spesa è un’attività molto diversa dall’andare a correre, così anche la bicicletta può essere utilizzata per diverse ragioni e con diversi livelli di sforzo. A ben vedere, poi, andare in bici è molto meno impegnativo per il fisico che camminare o correre. Per questo non esiste nessuna preparazione atletica necessaria per iniziare a pedalare: basta salire in sella e seguire quello che ti dice il corpo. In ogni caso, nessuno ti corre dietro e nessuno ti giudicherà se deciderai di procedere con un’andatura blanda.

2. Una bici speciale

microciclista

Qual è la bici giusta? Dipende da cosa volete fare, ma in generale qualunque bicicletta va bene a patto di riuscire ad arrivare i pedali. Trova una bici, prendine una in prestito, noleggiala oppure comprala nuova o usata in un negozio o su internet. Se avete molti soldi da spendere potrete puntare su marchi e modelli prestigiosi, in alternativa, prendetene una qualsiasi: il tempo e l’esperienza vi diranno di cosa avete realmente bisogno per pedalare meglio

3. Abiti speciali

Ciclista elegante

Esistono diverse teorie in proposito. Il mondo dei ciclismi è molto variegato e, soprattutto in Italia, è facile ritrovarsi a pensare che non sia possibile utilizzare la bici senza una maglia supercolorata piena di sponsor e pantaloncini in lycra col fondello, ma il punto è che per andare in bici la prima regola è essere comodi e sentirsi a proprio agio. Se un abito di Armani per voi corrisponde a questo requisito (magari perché vi limitate a utilizzare il bike sharing in città per piccoli spostamenti), allora quello è l’indumento più adatto. Ma anche qui, l’abbigliamento giusto dipende da quello che si vuole fare: per pedalare per 10 km lungo il naviglio di Milano o sul lungomare di Napoli non occorrono pantaloncini con il fondello, viceversa, se volete scalare lo Stelvio, probabilmente l’abito di Armani vi andrà un po’ stretto.

4. Accessori speciali per la bicicletta

bike_cockpit

Se avete una bici, non avete bisogno di nient’altro e diffidate di chi vi dice il contrario. Ovviamente le luci e un buon lucchetto sono però un must imprescindibile.

5. Componentistica speciale

E’ abbastanza comune sentire coloro che hanno appena cominciato a pedalare perdersi in elucubrazioni infinite sulla qualità dei componenti montati sulla bici. Ci sono neofiti che non dormono di notte perché non sanno se vale la pena investire qualche euro in più per sostituire il cambio Shimano Acera con un modello superiore. La risposta anche qui è “iniziate a pedalare e lo scoprirete da soli”: chi va in bici da tanti anni sa che l’unica cosa che realmente conta è la sella perché lì si appoggia la parte più delicata del corpo. Per ulteriori approfondimenti, vedi qui: clic.

Riassumendo, quindi, c’è una sola cosa di cui avete bisogno per andare in bici: il piacere di farlo. Senza quello, nessuna bici sarà mai quella giusta.

Liberamente tratto da: bicycling.com

5 cose di cui NON hai bisogno per iniziare ad andare in bici…